Alberto Bonifazi espone le sue foto al Politeama

Al Politeama di Tolentino è stata allestita la mostra fotografica “La mia Africa” del tolentinate Alberto Bonifazi.

Si tratta di una galleria di scatti realizzati lo scorso anno durante un viaggio umanitario al seguito della Associazione Sorrisi per l’Etiopia di San Severino Marche.

Alberto Bonifazi ha unito una buona tecnica fotografica alla ricerca delle espressioni dei vari soggetti fotografati: uomini, donne ed in particolare volti di bambini ripresi in varie situazioni, spesso, purtroppo, di disagio.

La mostra rimarrà aperta e sarà visitabile gratuitamente, tutti i pomeriggi fino al prossimo 9 febbraio.

La Onlus Sorrisi per l’Etiopia opera ormai da dodici anni nella regione poverissima del Wolayta (Etiopia) dove sostiene un ospedale ed ha creato un vero e proprio villaggio scolastico che ospita 435 bambini e dove tra un mese sarà inaugurata la sesta aula.

“Fellini 100”, al Politeama di Tolentino una rassegna per omaggiare il grande regista italiano. A cura di Officine Mattòli e grazie alla distribuzione della Cineteca di Bologna, dal 24 gennaio al 7 febbraio verranno proiettati alcuni tra i maggiori titoli del maestro

Il celebre regista Federico Fellini quest’anno avrebbe compiuto 100 anni. Per celebrare quello che unanimemente viene considerato tra i più importanti cineasti della storia, la Cineteca di Bologna ha curato il restauro e la distribuzione di alcuni dei suoi titoli più rappresentativi, scelti lungo una carriera che ha attraversato quasi mezzo secolo di storia del nostro Paese.
Forse nessuno meglio di Federico Fellini, infatti, è stato capace di cogliere e rappresentare sul grande schermo speranze, paure, contraddizioni che hanno caratterizzato l’Italia a partire dagli anni immediatamente successivi al secondo dopoguerra.
Emblematico, a questo proposito, il fatto che per definire lo stile del regista riminese fu coniato l’aggettivo “felliniano”, efficace sintesi del suo cinema fatto di sogni, nevrosi, illusioni e tanti altri aspetti della complessa personalità umana.

Di se stesso amava dire: “Faccio un film alla stessa maniera in cui vivo un sogno. Che è affascinante finché rimane misterioso e allusivo ma che rischia di diventare insipido quando viene spiegato”.

Anche il Politeama di Tolentino, grazie alla collaborazione con Officine Mattòli che ne cura la regolare programmazione cinematografica, darà avvio nei prossimi giorni alla rassegna “Fellini 100”.

Queste le date:
– 24 gennaio: “Lo sceicco bianco” (1952)
– 29 gennaio: “I vitelloni” (1953)
– 31 gennaio: “La dolce vita” (1960)
– 5 febbraio: “8 e ½” (1963)
– 7 febbraio: “Amarcord” (1973)

Tutte le proiezioni avranno inizio alle ore 21,15.

Sarà anche possibile abbonarsi a tutte le serate ad un prezzo agevolato.
Tutte le informazioni in merito sul sito del Politeama Tolentino (www.politeama.org).

Federico Fellini, insieme a Giulietta Masina, fu ospite della Città di Tolentino nel 1991 in occasione della XVI Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte che quell’anno dedicò un’ampia mostra personale a Nino Zà. Al Museo dell’Umorismo e della Caricatura è ancora esposto il suo disegno “Lo zio matto” dove immaginava l’attore Ciccio Ingrassia nei “ristretti panni” di uno dei protagonisti del film “Amarcord”.

 

Benedizione degli animali in piazza

Torna, anche per il 2020, l’oramai tradizionale manifestazione della “Benedizione di Sant’Antonio” che si terrà nel centro di Tolentino, domenica 19 gennaio e organizzata dall’Associazione Ippica Dilettantistica “I Cavalleggeri” di Tolentino, in collaborazione con la Pro Loco TCT con il patrocinio del Comune di Tolentino. Attesi come ospiti speciali, compatibilmente con gli impegni di servizio, gli agenti a cavallo della Polizia di Stato, le Giacche Verdi e il 2° Reggimento Cavalleggeri.

Il programma prevede, dopo il ritrovo alle ore 9, un corteo di cavalli e animali con partenza intorno alle ore 10.15 dal piazzale della Piscina Comunale e che transiterà per Via Nazionale, C.so Garibaldi, P.za della Libertà, dove gli animali, alle ore 11.00, faranno sosta e saranno benedetti, per poi proseguire per Via Filelfo, via Gramsci, P.za Don Bosco, Via Massi, Via Parisani, Via Tambroni, via Matteotti, via Murat, viale della Repubblica, via Nazionale e ritorno alla piscina comunale.

Alla manifestazione parteciperà, a partire dalle ore 10.00, in piazza della Libertà, il “Villino Equitazione” che sarà presente con simpatici e docili pony.

Attesi a Tolentino, come tutti gli anni, circa duecento cavalli di diverse razze e con diversi tipi di monta. Anche per questo 2020 è prevista la presenza di gruppi a cavallo che indosseranno abiti tipici e divise d’epoca e di diverse carrozze e calessi.

In caso di maltempo l’evento sarà rinviato a domenica 26 gennaio 2020, con lo stesso programma.

 

La festa di Sant’Antonio abate, celebrata ogni anno il 17 gennaio, era in passato una delle ricorrenze più sentite nelle comunità contadine. Anche oggi è piuttosto diffusa, soprattutto nelle zone rurali e nei paesi della provincia dove le tradizioni sono molto più radicate che nelle grandi città. Nella cultura popolare, Sant’Antonio abate veniva raffigurato con accanto un porcellino; i contadini, per distinguerlo dall’altro Antonio, quello comunemente detto da Padova (e che invece è di Lisbona), lo chiamavano infatti Sant’Antonio del porcello; spesso era rappresentato con lingue di fuoco ai piedi e aveva in mano un bastone alla cui estremità era appeso un campanellino; sul suo abito spiccava il tau , croce egiziana a forma di “T”, simbolo della vita e della vittoria contro le epidemie – cosa a cui sembra alludere anche il campanello, che era utilizzato appunto per segnalare l’arrivo dei malati contagiosi. I riti che si compiono ogni anno in occasione della festa di Sant’Antonio sono antichissimi e legati strettamente alla vita contadina e fanno di Antonio abate un vero e proprio “santo del popolo”. Egli è considerato il protettore per eccellenza contro le epidemie di certe malattie, sia dell’uomo, sia degli animali. E’ infatti invocato come protettore del bestiame (che durante la festa viene benedetto), dei porcai, dei macellai e dei salumieri e la sua effigie era in passato collocata sulla porta delle stalle. In questi anni alla manifestazione di Tolentino hanno partecipato alla benedizione mucche, pecore, conigli, piccioni, cani, gatti, uccellini, pappagalli, merli, piccoli criceti, animali esotici come l’iguana e persino pesci rossi nelle loro bocce di vetro, tutti ornati con fiocchi rossi e cappottini all’ultima moda. Ma i veri protagonisti sono sempre gli oltre duecento cavalli provenienti da tutta la regione e che arrivano in città su invito dei Cavalleggeri di Tolentino. Sfilano stupendi e superbi esemplari arabi, inglesi, italiani, andalusi, appaloosa, cavalli altissimi e pony, tutti fieri delle loro bardature “a festa” o del calesse trainato. 

Tolentino: Caffè filosofici nel foyer del Teatro Nicola Vaccaj e Language Cafè in inglese al Politeama

L’Amministrazione Comunale ha inteso promuovere, da alcuni anni, una serie di corsi per favorire le occasioni e gli stimoli di crescita culturale e contribuire a realizzare un sistema di servizi e di offerta culturale adeguata alle richieste ed esigenze della comunità tolentinate anche per proseguire nella tradizione dei corsi negli anni organizzati presso l’Auditorium della Biblioteca Filelfica che hanno avuto molte adesioni da parte della cittadinanza, che si è dimostrata soddisfatta anche per la qualità dei corsi stessi.

Per l’anno in corso si è pensato di avviare due corsi: un Café Philo e Language Café in inglese, entrambi aperti a tutti e gratuiti per l’utenza.

I due corsi sono stai presentati nel corso di una conferenza stampa dall’Assessore alla Cultura Silvia Tatò, dalla Direttrice della Biblioteca Filelfica Laura Mocchegiani e dai curatori degli stessi due corsi. Nicholas Orazi e Andrea Ferroni.

Il Café Philo consisterà in un ciclo di sei incontri, presso il foyer del Teatro Vaccaj, a cura della Scuola Popolare di Filosofia e condotti da Sergio Labate e Andrea Ferroni, rispettivamente Professore Associato di Filosofia Teoretica all’Università di Macerata e cultore della materia, che daranno vita ad un ciclo dal titolo “Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori, le cortesie, le audacie imprese”, in cui stimoleranno la riflessione sulle molteplici articolazioni e declinazioni di alcuni temi quali il rapporto uomo-donna, il coraggio, la guerra, l’educazione, la politica. Gli incontri saranno aperti alla partecipazione di chiunque sia interessato, senza alcuna limitazione: non si tratta infatti di conferenze ma di liberi dibattiti tra i partecipanti guidate dal filosofo che ha il compito di facilitare uno scambio di idee democratico, evitando interventi diretti o l’espressione delle proprie opinioni.

Questo il calendario degli incontri che inizieranno alle ore 18 (ingresso gratuito), tratti dall’Orlando Furioso:

16 gennaio Le donne – ovvero: “C’è differenza tra uomo e donna?”

19 febbraio I cavallier – ovvero: “Chi sono i nemici della politica?”

18 marzo L’armi – ovvero “Le piccole e le grandi guerre giuste”

30 aprile Gli amori – ovvero “Quando sarò capace di amare?”

27 maggio Le cortesie e l’audaci imprese – ovvero: “L’educazione e le passioni”

Il Language Cafè in inglese, consisterà in sei incontri, dal titolo Tea Talk, presso la caffetteria del Politeama a partire dal mese di gennaio con la madrelingua Nicola Orazi, insegnante e lettrice nelle scuole, che non terrà un corso in lingua ma delle libere e piacevoli discussioni rivolte a chiunque, ragazzi e adulti, abbia almeno una conoscenza base della lingua inglese e voglia perfezionarla in un’atmosfera calda e informale.

Gli incontri si terranno presso la caffetteria del Politeama, con inizio alle ore 18, ingresso gratuito. Questo il calendario del Launguage Cafè: 24 gennaio; 31 gennaio; 7 febbraio, 14 febbraio; 21 febbraio.

Con determinazione – sottolinea l’Assessore Silvia Tatò – l’Amministrazione Comunale ha voluto riprendere le attività della Biblioteca Filelfica nonostante le difficoltà derivanti dall’inagibilità di Palazzo Fidi.  Abbiamo deciso di ricominciare con due corsi, uno il Caffè Filosofico, già precedentemente sperimentato, e l’altro, altrettanto interessante quanto nuovo a Tolentino, il Language Cafè. Le location dove si svolgeranno i corsi saranno il Foyer del Teatro Vaccaj e la Caffetteria del Politeama, luoghi che sostituiranno adeguatamente Palazzo Fidi finché quest’ultimo non tornerà ad essere fruibile.

Riteniamo che questi appuntamenti, coordinati da validi professionisti, possano essere motivo di aggregazione, di condivisione di idee e pensieri, in un clima informale. Speriamo che la partecipazione sia ampia e che si possano creare i migliori presupposti per ampliare, in futuro, l’offerta dei corsi.

I caffè filosofici sono pubbliche discussioni su argomenti vari, aperti alla partecipazione di chiunque sia interessato, senza alcuna limitazione, e guidate da un filosofo che ha il compito di facilitare uno scambio di idee democratico, evitando, in genere, interventi diretti o l’espressione delle sue opinioni. Non si tratta insomma di una conferenza ma di un libero dibattito tra i partecipanti

Curatore del progetto è l’Associazione Scuola Popolare di Filosofia e i facilitatori dei caffè filosofici saranno Andrea Ferroni (cultore della materia filosofia teoretica UNIMC) e/o Sergio Labate (professore associato di filosofia teoretica UNIMC)

Ogni appuntamento ha una durata di un’ora circa.

Come già detto, iI Café Philo, o caffè filosofici, sono pubbliche discussioni su argomenti vari (da questioni d’attualità, fino ai grandi temi della filosofia) svolte in luoghi pubblici, in genere bar o pub, talvolta librerie o biblioteche, ed aperti alla partecipazione di chiunque sia interessato, senza alcuna limitazione di cultura, formazione, orientamenti personali.

Il carattere filosofico di questi dibattiti viene loro conferito dalla presenza di un filosofo, che funge da “facilitatore” ed ha il compito di far procedere la discussione collegiale nella direzione di un progressivo approfondimento, attraverso il confronto critico dei contributi di volta in volta avanzati dai partecipanti.

Ciò che differenzia questo tipo di incontri dalle più tradizionali conferenze è il fatto che il filosofo non è il protagonista: spesso non introduce nemmeno il tema, che in alcuni casi viene addirittura scelto all’inizio dell’assemblea, attraverso una decisione comune. In altre parole, il filosofo ha la funzione di esperto non già dell’argomento, ma degli strumenti con i quali tale argomento viene elaborato collegialmente.

Per esprimere la cosa in una breve formula: in questi dibattiti non si parla di filosofia, bensì si fa filosofia insieme.

Breve storia dei Café Philo

Il termine caffè filosofico rimanda al 1700, quando era comune riunirsi nei salons e nei café per discutere di argomenti di diversa natura. Pratica nata in Francia come esercizio dell’opinione, non confinato nei complessi problemi filosofici, fin da subito ha varcato i confini nazionali, giungendo anche nel nostro paese. Uno dei maggiori seducenti conversatori dei principali salotti letterari dell’epoca era Diderot. Insieme al lui partecipavano, tra gli altri, Montesquieu, Rousseau e Voltaire.

Gli odierni Café Philo nascono in Francia nel 1992, grazie all’iniziativa del filosofo Marc Sautet. Nel suo “Socrate al caffè”, unico testo pubblicato in Italia ove si parli di Cafè Philo, Sautet racconta che l’iniziativa nacque praticamente per caso: nel luglio del ’92, durante un’intervista radiofonica, gli era capitato di render noto che tutte le domeniche si incontrava con alcuni amici al Café des Phares, in Place de la Bastille a Parigi, per parlare della recente apertura del suo studio di consulenza filosofica. Alcuni ascoltatori equivocarono, intendendo che, in quelle occasioni, egli si mettesse a disposizione del pubblico per parlare di filosofia, e si recarono a cercarlo. Nonostante l’equivoco, Sautet fu ben contento di intavolare estemporanee discussioni. Dopo alcune settimane si era già formato un gruppo che tornava regolarmente per riprendere il dialogo e proporre nuovi temi. Il fenomeno crebbe ancora finché all’appuntamento domenicale giunsero a recarsi anche duecento persone, tanto che non bastavano gli spazi e molti rimanevano esclusi (le locandine di convocazione dovettero invitare gli interessati a presentarsi con largo anticipo e muniti di sedie personali).

Oggi, nonostante la prematura scomparsa di Sautet (1998), il fenomeno ha prodotto oltre 170 Cafè Philo in Francia e un’ottantina nei più diversi paesi del mondo.

I partecipanti

Chi si reca ad un caffè filosofico lo può fare perché spinto da un interesse intellettuale, dalla necessità di capire meglio alcuni aspetti della realtà, da una questione specifica che gli sta a cuore e che desidera discutere con altri in modo quanto è possibile approfondito, forse – in alcuni casi – anche per personali difficoltà nel prendere posizione su questioni d’attualità.

Lo può fare anche per tenere in allenamento la mente o perché stanco delle banalità della televisione e delle chiacchiere quotidiane.

Lo può fare per incontrare realmente dei suoi simili, per incontrarli al di là della presenza fisica, per confrontarsi con loro in un contesto nel quale ognuno si mette in gioco con autenticità, esprime senza riserve, ma anche senza pretese di egemonia, ciò che pensa ed ascolta criticamente, ma anche con spirito di comprensione, ciò che gli altri hanno da dire su un tema di interesse comune.

Illustrati i risultati dei primi mesi di gestione delle strutture museali da parte dell’Associazione Tolentino Arte e Cultura

Nel corso di una conferenza stampa il Presidente dell’Associazione Tolentino Arte e Cultura Giampiero Emiliozzi e Chiara Marchetti hanno illustrato i risultati raggiunti dalla stessa Associazione, da giugno ad oggi, nella gestione delle strutture museali della Città di Tolentino, Castello della Rancia e Miumor e della mostra Tolentino Brick Art.

All’incontro hanno partecipato anche il Sindaco Giuseppe Pezzanesi, il Vicesindaco e Assessore al Turismo Silvia Luconi e l’Assessore alla Cultura Silvia Tatò.

L’Associazione Tolentino Arte e Cultura è stata costituita l’8 giugno 2019. Ha come scopo associativo la valorizzazione del patrimonio culturale e non ha scopo di lucro.

Attualmente ha in corso due convenzioni con il Comune di Tolentino:

27 giugno 2019 per la gestione coordinata dalle strutture museali quali il Castello della Rancia e del Miumor – Museo internazionale dell’Umorismo nell’Arte;

16 ottobre 2019 per la gestione della mostra Tolentino Brick Art.

Confrontiamo alcuni numeri.

La precedente gestione nel periodo compreso tra il 27 marzo 2018 e il 26 giugno 2019 ha fatto registrare al Castello della Rancia 6.728 ingressi di cui 6.345 a pagamento e 383 gratuiti. Al Miumor gli ingressi sono stati 784 di cui 771 a pagamento e 13 gratuiti. Pertanto in totale le due strutture hanno avuto 7.512 visitatori di cui 7.116 paganti e 396 gratuiti.

L’Associazione Tolentino Arte e Cultura in 5 mesi e 15 giorni, tra il 28 giugno e il 13 dicembre del 2019, ha fatto registrare al Castello della Rancia 2.460 visite di cui 2.392 a pagamento e 68 gratuiti. Al Miumor le visite sono state 535, tutte a pagamento. Diversi i laboratori promossi per le scuole.

I visitatori in totale nelle due strutture museali sono stati 2.995 di cui 2.927 a pagamento e 68 gratuiti.

Per quanto concerne la mostra Tolentino Brick Art i visitatori, finora, sono in totale 4.885 a cui vanno aggiunti gli ospiti e le autorità della giornata dell’inaugurazione. In questo caso vanno sottolineati i tanti laboratori promossi praticamente quasi tutti i giorni che hanno coinvolto tantissime scuole marchigiane.

Tolentino Brick Art. Gli orari delle prossime festività

Continua con successo Tolentino Brick Art la rassegna dedicata ai playset e ai diorami realizzati con i celebri mattoncini LEGO®.

Continuano anche i laboratori che stanno coinvolgendo sempre più bambini e adulti che hanno l’opportunità di divertirsi e di imparare attraverso i tanti laboratori programmati, praticamente ogni giorno.

Con l’occasione si comunicano le variazioni degli orari in occasione delle festività natalizie.

 

Lunedì 23 dicembre 2019 la mostra sarà aperta dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19.

Martedì 24 dicembre la mostra sarà aperta al pubblico dalle ore 10 alle ore 15.

Mercoledì 25 dicembre la mostra sarà visitabile dalle ore 16 alle ore 20.

Giovedì 26 dicembre la mostra sarà aperta dalle ore 10 alle ore 19.

Lunedì 30 dicembre la mostra sarà visitabile dalle ore 10 alle ore 13 e nel pomeriggio dalle ore 16 alle ore 19.

Martedì 31 dicembre apertura al pubblico dalle ore 10 alle ore 15.

Mercoledì 1 gennaio 2020 la mostra sarà visitabile dalle ore 16 alle ore 20.

ARENA CHALLENGE – TOLENTINO HALF MARATHON

Domenica 29 Dicembre 2019 si svolgerà la seconda edizione di un evento sportivo destinato a diventare nei prossimi anni un appuntamento sempre più importante per gli appassionati della corsa su strada: ARENA CHALLENGE – TOLENTINO HALF MARATHON 2019.

Il progetto fortemente voluto e confermato dal Comune di Tolentino, Assessorato allo Sport, è stato sostenuto da ARENA e realizzato grazie all’Avis Ascoli Marathon ed alla Flipper Triathlon, Società coinvolte grazie alla loro esperienza maturata nell’organizzazione di Eventi Sportivi di Podismo, Triathlon e Ciclismo.

Lo scopo dell’Amministrazione Comunale e degli organizzatori è quello di valorizzare le ricchezze storiche, architettoniche e naturalistiche della Città.

Gli appassionati di podismo avranno occasione di praticare la propria passione sportiva su un percorso vario e ricco di piacevoli scoperte che farà scoprire ed apprezzare le bellezze di Tolentino.

21.1 km totali per la Mezzamaratona (partenza alle ore 9.30) su un percorso di circa 10,5 Km da ripetere due volte dopo un primo passaggio in Piazza delle Libertà dove sarà allestita la zona di Partenza e Arrivo.

Prevista anche la possibilità di percorrere un solo giro e partecipare alla gara competitiva di 10 km.

Per gli appassionati di camminata e Nordik Walking ci sarà invece una terza opzione con un percorso ridotto di 5 km da percorrere come semplice passeggiata ludico motoria.

In qualità di sponsor tecnico, arena vestirà lo staff organizzativo e provvederà alla fornitura dei pacchi gara e dei gadgets di premiazione. Il brand dai tre diamanti, già leader nel waterwear e ora presente anche fuori dalla vasca, arricchisce notevolmente questa manifestazione e per questo motivo, dopo il successo della prima edizione che ha subito coinvolto oltre 600 partecipanti e soprattutto grazie ai favorevoli consensi riscontrati, quest’anno sono attesi ai nastri di partenza circa 800 atleti provenienti da varie Regioni.

Da sottolineare che gli organizzatori hanno deciso, in occasione dell’evento, di promuovere una raccolta fondi da destinare a finanziare le attività ludico, sportivo, educative del CentroArancia e dell’Associazione Prossima-Mente. Ancora una occasione per sostenere due importanti realtà che, da anni, si occupano di ragazze e ragazzi diversamente abili.

Giovanni Ciampaglia – Direttore Marketing arena Group: “Dopo i brillanti risultati conseguiti nella prima edizione, siamo felici di aver proseguito la sponsorizzazione tecnica di questo evento.

Fornendo supporto tecnico e materiali di promozione, abbiamo cercato di migliorare l’integrazione tra la gara e la città in un contesto, qual è quello di Tolentino, che vede una città in ripresa, dopo i disagi del terremoto, desiderosa di apportare benefici e progressi al tessuto sociale, anche sotto il profilo sportivo.

La nostra esperienza nello sviluppo di tessuto tecnici performance skin, che ci vede presenti nel running dallo scorso anno, ci ha portato naturalmente ad essere promotori di un evento come questo e testimonia l’intento che ci spinge ogni giorno a supportare gli atleti, in diverse discipline, sia dentro che fuori dall’acqua, ovvero garantire sicurezza e fiducia nelle proprie prestazioni sia al podista di professione che ai runners della domenica.

Il numero degli iscritti previsto testimonia il fatto che l’evento si appresta a diventare un appuntamento di rilevanza per la zona, in grado di richiamare corridori anche fuori regione. Ci auguriamo che anche quest’anno si raggiungano ottimi risultati sia per la partecipazione che per il successo complessivo”.

Siamo ben contenti di proseguire la nostra collaborazione con gli organizzatori di questa seconda edizione della “Tolentino Half Marathon” – ha dichiarato il Sindaco Giuseppe Pezzanesi – Un evento sportivo che si è subito distinto per l’ottima organizzazione e per la formula innovativa che consente a tutta la Città, oltre che di partecipare, di essere comunque protagonista, magari come musicista o come promotori di altre iniziative collegate alla competizione. Confidiamo nelle condizioni meteo e siamo sicuri che sarà una domenica dove a vincere, ancora una volta, saranno lo sport, la lealtà e soprattutto il divertimento. Dalle pre-iscrizioni possiamo immaginare di battere il record dei partecipanti dello scorso anno. Inoltre questa significativa iniziativa ci consente di far conoscere e apprezzare il nostro territorio e la sua offerta turistica a tante persone che provengono anche da fuori regione e che magari torneranno con la proprie famiglie per godere della nostra ospitalità, della nostra cultura e delle nostre tipicità. Questa manifestazione gode anche della fondamentale e qualificante partnership di arena Group. Non solo uno sponsor tecnico ma un marchio che testimonia successi aziendali che trasmettono a tutto l’evento un plus davvero importante.

Ringraziamo gli organizzatori – ha affermato Fausto Pezzanesi Assessore allo Sport – dell’Avis Ascoli Marathon e de Flipper Triathlon che si dimostrano, sempre più, due realtà di primissimo piano a livello internazionale per l’organizzazione di grandi eventi come il nostro appuntamento di fine anno. La nostra Half Marathon coinvolge atlete e atleti di tutte le età ma si trasforma da competizione in grande festa cittadina con le “passeggiate” aperte a tutta la famiglia. Noi crediamo fermamente nei valori espressi dallo sport e dalla promozione sportiva che devono coinvolgere tutta la nostra Comunità che siamo certi saprà accogliere con una grande abbraccio tutti i partecipanti. Un ringraziamento ad arena Group e a tutti gli sponsor e sostenitori e a coloro lavorano e danno il loro apporto per la buona riuscita dell’evento.

La corsa su strada ARENA CHALLENGE – TOLENTINO HALF MARATHON 2019 è stata presentata nel corso di una conferenza stampa dall’Assessore allo sport Fausto Pezzanesi, dal Direttore Marketing Arena Group Giovanni Ciampaglia, dal Global sport Sponsoring Manager Umberto Della Pozza, dal Presidente di Flipper Triathlon Ascoli Piceno asd Raffaele avigliano e dal responsabile tecnico della manifestazione Alessandro Trucchia.

arena: oltre 45 anni di medaglie

arena nasce nel 1973 da un’idea del visionario dello sport Horst Dassler. Nei suoi 45 anni di attività, l’azienda ha maturato una forte competenza nello sviluppo di prodotti “best in class” con particolare attenzione al segmento Pool e una progressiva espansione nel segmento Leisure/Beach. Anni di studi e ricerche sul corpo degli atleti hanno portato all’expertise di oggi, frutto dell’impegno nel trovare modi migliori per rendere più semplice la vita degli amanti dello sport, offrendo l’applicazione di tecnologie via via più innovative per chi si allena costantemente, in acqua o sulla terra ferma. Oggi arena è presente in 116 paesi al mondo. Il gruppo è presente direttamente in Italia, Francia, Germania/Austria e USA ed una rete di 35 partner commerciali qualificati in oltre 100 paesi, mentre il Gruppo Descente, con sede in Giappone, possiede e gestisce il brand in 11 paesi del Far East. Il legame genuino tra arena e il mondo dello sport, e in particolare delle competizioni di nuoto, viene potenziato dalle attività di sponsorizzazione a diversi livelli, compresi i corpi governativi, le Federazioni nazionali, gli atleti e i club. Con un accordo storico siglato nei primi mesi del 2014, arena è divenuta sponsor principale e partner tecnico della FINA (Fédération Internationale de Natation), organo direttivo del nuoto mondiale. Inoltre, arena è sponsor tecnico e fornitore ufficiale di molte federazioni di nuoto, tra cui l’Italia, gli Stati Uniti, l’Australia, i Paesi Bassi, l’Ungheria, la Germania, la Polonia, la Svezia, la Croazia, la Norvegia, il Sud Africa, l’Austria, la Romania, la Repubblica Ceca, la  Finlandia, il Portogallo e l’Estonia.
www.arenawaterinstinct.com

Queste le manifestazioni in programma in questo fine settimana a Tolentino

Venerdì 13 e sabato 14 dicembre alle ore 21.15, al Teatro Spirito Santo, il Gruppo Teatrale “Li Spiritusi” presenta la commedia dialettale  “Lo pegghio è sempre pe’ chi more”, il cui ricavato ad offerta sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana, Comitato di Tolentino. Sabato 14 ospite speciale sul palcoscenico l’attore Fabrizio Romagnoli.

Sabato 14 alle ore 21.15, al Politeama per la rassegna Aperitivo cabaret Maria Pia Timo in Dopio Brodo Show.

Al Teatro Vaccaj, sempre alle ore 21.15, l’Ass. Musicale Nazzareno Gabrielli Tolentino presenta l’opera “il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini, eseguito dal Concerto di Fiati “G. Verdi”, direttore Daniele Berdini, coordinamento cantanti Stefania Donzelli.

Domenica 15, alle ore 17.00 al Teatro Vaccaj la compagnia de Gli Ipocriti Melina Balsamo, con Giulio Scarpati, Valeria Solarino mettono in scena Il Misantropo di Molière, regia di Nora Venturini.

Sia sabato che domenica 14 e 15 dicembre, in centro la Casa dei Balocchi con Babbo Natale, il Villaggio di Frozen e i presepi. Inoltre la carrozza con i cavalli, dalle ore 16.30 alle ore 19.30, aspetta grandi e piccini per un romantico giro.

Mercatino di Natale in piazza Maurizi domenica 15 dicembre.

Continua Tolentino Brick Art la coinvolgente, innovativa e divertente esposizione interamente dedicata al mondo dei mattoncini colorati LEGO® che è aperta al pubblico, il venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19 e il sabato e la domenica con orario continuato dalle ore 10 alle ore 19. Allestimento al complesso monumentale della Basilica di San Nicola. Biglietteria a Palazzo Sangallo, in piazza della Libertà.

Grazie all’Assm spa, inoltre, parcheggi gratuiti dal 7 dicembre 2019 al 4 gennaio 2020, tutti i sabato pomeriggio, dalle ore 14.30 alle ore 20.00 in corso Garibaldi, piazza Martiri di Montalto, via Parisani, via Tambroni, via Massi, piazza Don Bosco, via Corridoni, piazza Mazzini, via San Salvatore, largo Mercorelli, piazza dell’Unità, piazza Mauruzi

“Lo peggio è sempre pe’ chi more”

Venerdì 13 dicembre e sabato 14 dicembre alle ore 21.15 al Teatro Spirito Santo, in Piazza Togliatti, tornano LI SPIRITUSI con la loro commedia, per l’occasione rivisitata e rinnovata “Lo peggio è sempre pe’ chi more”.

La sceneggiatura è di Catia Tamburrini che segue e cura anche la regia, con l’aiuto e la collaborazione di tutti i componenti del gruppo (attori e non): Paolo Domizi, Alberto Corona, Valerio Pettinari, Francesco Pettinari, Fabio Rossi, Graziano Fefè, Enzo Cipollari, Stefano Sincini, Francesco Volponi, Monia Prioretti, Federico Corona, Paolo Pettinari e Giorgia Domizi.

Quinto de Magghiu, dopo la morte dei genitori, ha accolto in casa l’anziano Checco, amico e vicino di casa, che in realtà si scopre essere il suo vero padre. In scena con i due protagonisti troviamo Santina la moglie di Quinto, Lisetta ex nuora di Checco, il parroco del paese, il medico e gli infermieri della Croce Rossa, l’avvocato proprietario della casa in cui la famiglia Magghiu vive, gli addetti alle pompe funebri e Quartina, madre di Quinto, ormai deceduta.  Dopo varie vicende davvero esilaranti, tra il comico e il grottesco, Checco muore, in maniera piuttosto rocambolesca. Poco dopo, inaspettatamente, muore anche Quinto e si assiste quindi all’apertura del suo testamento; sorprese, delusioni per alcuni e soddisfazioni per altri… fino alla conclusione finale: “tutto si può aggiustare nella vita… Lo pegghio è sempre pe’ chi more”.

Rispetto alle precedenti versioni della commedia, nuovi sketch e nuove battute daranno allo spettacolo una nuova luce.

Li Spiritusi, prima che un gruppo teatrale amatoriale, sono un gruppo di amici. Amano il teatro, amano divertirsi e far divertire il pubblico. Da quasi 15 anni animano il teatro della Parrocchia dello Spirito Santo, intrattenendo il pubblico che interviene sempre numeroso, riempiendo ogni volta la platea.

L’ingresso è sempre stato gratuito e le offerte raccolte in questi anni sono state utilizzate per le varie necessità della Parrocchia e/o, come in questo caso, per aiutare realtà locali dedite al volontariato o al sociale. L’intero incasso di queste due serate sarà infatti devoluto alla Croce Rossa Italiana, comitato di Tolentino.

“Ringraziamo Monica Scalzini, presidente della CRI di Tolentino – dicono Paolo Domizi e Monia Prioretti – per aver contribuito all’organizzazione di queste due serate. Per tutti noi è motivo di orgoglio poter contribuire ad aiutare questa realtà locale dedita ai bisogni assistenziali della popolazione”.

Acceso il Bosco di Natale

E’ iniziato sotto una buona stella il Natale scintillante della Città di Tolentino. Infatti nello scorso fine settimana tantissime persone hanno partecipato ai tantissimi eventi programmati per dare inizio al periodo più festoso dell’anno.

A dare il via alle iniziative l’apertura della casa dei balocchi dove Babbo Natale accoglie i più piccoli per ricevere le loro letterine con le richieste dei regali.

Molto belli anche il Villaggio di Frozen e il presepe allestiti in via della Pace.

Tantissime le persone che hanno acquistato tipicità, dolciumi, cioccolato e prelibatezze varie nei mercatini delle Piazzette e di CioccoNatale.

Ma il momento più emozionante e certamente più partecipato è stato quando sulle note delle classiche canzoni natalizie è stato acceso, in piazza della Libertà, il Bosco di Natale. Sia grandi che piccoli hanno fatto la fila per scattare un selfie sulla slitta posizionata in mezzo ai pini. Applauditissime le esibizioni dei Cori del Cantapiccolo diretti da Tiziana Muzi e le scatenate versioni in chiave rock di Roberta Bioagiola e la Xmas Band.

Infine Babbo Natale ha portato i bambini sul suo calesse a spasso per le vie e le piazze del centro storico.

torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Tolentino dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali