Arrivano i Tlon e Arcangeli. Philoshow con Marconi. BIUMOR 2019 – Venerdì #odiareticosta

Oggi, giovedì 21 novembre, è il giorno della Trentesima Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte di Tolentino. Nella Sala Mari di Palazzo Sangallo, inauguriamo nel pomeriggio la mostra delle opere in concorso. La sera, al Politeama, annunciamo i vincitori e consegniamo i premi speciali (andranno a Il Terzo Segreto di Satira, lercio.it, Degrado Postmezzadrile, Iginio Straffi).

Il Festival dell’Umorismo, che ha quest’anno per tema l’Odio, ha però preso il via ieri, mercoledì, con l’anteprima di Biumor Young: sono infatti stati presentati i contributi video degli studenti dell’IIS Francesco Filelfo (indirizzo Liceo Classico, corso Comunicazione e Nuovi Media). Con i liceali che hanno seguito un laboratorio, tenuto dal videomaker e regista di Popsophia Riccardo Minnucci.

Domani, venerdì 22 novembre, iniziamo invece al Politeama, dove alle 18 c’è Paolo Della Bella. Artista fiesolano, Medaglia d’Oro al Salone Internazionale del Comic di Lucca nel 1967, presenta “Uno Sguardo profondo. Viaggio nello Humor e nella Satira”: un libro scritto in collaborazione con Claudia Paterna e Laura Monaldi, con la prefazione di Stefano Salis, che racconta alcuni incontri con i grandi maestri dell’umorismo. Della Bella è intervistato da Pietro Frenquellucci, giornalista e membro di giuria alle trentesima Biennale di Tolentino.

Sempre al Politeama, alle 18.45, tornano a Popsophia i Tlon. Andrea Colamedici e Maura Gancitano, fondatori della scuola permanente di filosofia e immaginazione, parlano a Biumor di #odiareticosta. Una campagna nazionale contro l’hate speech che sta riscuotendo molto interesse. L’intento di questo progetto è, da una parte, quello di contenere l’odio sul web, fornendo assistenza legale a chi subisce insulti, minacce o calunnie in Rete. Dall’altra, cambiare la cultura e il modo di stare e comportarsi sui Social.

La sera ci spostiamo al Teatro Vaccaj. Alle 21.15 il noto linguista Massimo Arcangeli apre gli appuntamenti con una Lectio Pop su “Odi virtuali. Muri reali”. Si tratta di una riflessione sulla parola, vista come chiave per contrastare l’odio che dilaga, in un momento in cui assistiamo ad una violenza virtuale dominante. Alimentata da quella che Arcangeli definisce “congiura del silenzio”.

Alle 21.30, sempre al Vaccaj, va in scena il primo dei due Philoshow di Biumor 2019. Due spettacoli filosofico musicale incentrati sull’elogio della leggerezza, per esorcizzare il “male assoluto”, tema dell’edizione. Partiamo con “All That Jazz”, un viaggio nel Musical che prende lo spunto da un omaggio ai quarant’anni dalla pellicola di Bob Fosse. Coreografo e grande genio. Il percorso si snoderà tra i classici, con la direttrice artistica Lucrezia Ercoli che dialoga con Saverio Marconi, guru incontrastato di questo mondo e mentore della Compagnia della Rancia. Si passerà così, con la musica della band di Popsophia Factory, ad immergersi nell’energia di questo genere, da “Cantando sotto la pioggia”  fino all’ultimo capolavoro “La La Land”.

E’ possibile prenotare il posto al Teatro Vaccaj telefonando allo 0733 960059 (orario 10-13/15-18), o scrivendo a info@teatrovaccaj.it

Al Politeama sono aperte da oggi pomeriggio le mostre su Fellini e la Biennale e sul ritratto di Norberto Bobbio eseguito dal fotografo Maurizio Galimberti.

Tutti gli ingressi sono gratuiti e la frequenza ha valore di aggiornamento per gli insegnanti.

Biumor è a Tolentino fino a sabato 23 novembre, organizzato dall’associazione Popsophia con il Comune.

Programma completo su www.popsophia.it #popsophia2019

 

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questa è la sezione del sito istituzionale del Comune di Tolentino dedicata al turismo. Per le informazioni che riguardano l'Ente, vai alla home
Questo sito è realizzato da TASK secondo i principali canoni dell'accessibilità | Credits | Privacy | Note legali